Buddhismo

In queste pagine vi proporremo alcune schede riassuntive dei principali fondamenti del Buddhismo e alcune preghiere e recitazioni.

Le schede non suppliscono all'ascolto degli insegnamenti da parte dei Maestri, ascolto che resta fondamentale per una vera comprensione della preziosa dottrina tramandataci dal Buddha Śakyamuni.

 

Preghiere:

La presa di rifugio, la generazione di Bodhicitta e le quattro meditazioni incommensurabili

La dedica finale

 

Testi e schemi riassuntivi:

Le quattro nobili verità 

I 31 piani di esistenza

Le 51 formazioni mentali

Buddhismo ed etica

 


Alcuni concetti di base degli insegnamenti del Buddha

Gli insegnamenti sono trasmessi senza interruzione da maestro a discepolo a partire dal Buddha Śakyamuni

(e ciò vale per tutte le tradizioni buddhiste).

Nel nostro caso elenchiamo molto succintamente: Maitreya e Manjuśri, Nagarjuna e Asanga, Atiśa, Lama Tzong Khapa.

 

 

Come basi per la pratica considerare:

  • tutti gli insegnamenti del Buddha come privi di contraddizione pur essendo innumerevoli e diversi,
  • la preziosa rinascita umana, unico stato di esistenza in cui un essere può raggiungere la liberazione,
  • l'incertezza del momento della morte e quindi l'impegno di praticare fin da ora,
  • la necessità di assicurarsi una futura rinascita umana mediante la pratica degli insegnamenti,
  • infatti gli insegnamenti del Buddha sono tutti da mettere in pratica

Le quattro nobili verità

  • la verità della sofferenza,
  • la verità dell'origine della sofferenza,
  • la verità della estinzione della sofferenza,
  • la verità del sentiero che conduce alla estinzione della sofferenza.

Il nobile ottuplice sentiero

  • la retta visione,
  • la retta intenzione,
  • la retta parola,
  • la retta azione,
  • il retto modo di vivere,
  • il retto sforzo, 
  • la retta presenza mentale,
  • la retta concentrazione. 

Bodhicitta

  • sviluppare Bodhicitta, la mente del risveglio unita a una grande compassione
    che sorgono dal considerare come
  • tutti gli esseri senzienti cercano la felicità ed evitano la sofferenza esattamente come noi,
  • il nostro continuum mentale vaga nel Samsāra da tempo senza inizio e quindi
  • tutti gli esseri senzienti sono stati, in qualche momento, nostra madre, nostro padre, fratello ecc.

Addestrarsi gradualmente nelle sei perfezioni

  • generosità
  • moralità
  • pazienza
  • perseveranza entusiastica
  • concentrazione meditativa
  • saggezza

La concentrazione meditativa sviluppa la visione profonda e quindi la saggezza che percepisce il modo effettivo di esistenza di tutti i fenomeni, ossia la vacuità.

La corretta visione della vacuità protegge la nostra mente dagli estremi del nichilismo e dell'eternalismo mediante la comprensione del sorgere dipendente di tutti i fenomeni e la loro mancanza di esistenza intrinseca.